ESA IMPUNTUALIDAD

 ESA IMPUNTUALIDAD

 

 

 

Cuento de Inés Beatriz Glerean

 

Pedro, era un hombre con sueños y deseos todavía sin realizar,  con un camino inconcluso a pesar de que la nieve plateaba sus cabellos.

 

Read more: ESA IMPUNTUALIDAD

AD ALTA VOCE

 

“GRUPPO PALERMO” 2018 

AD ALTA VOCE

Laboratorio di scrittura in italiano a Buenos Aires

 

 

Read more: AD ALTA VOCE

AD ALTA VOCE 2018

 

 

“GRUPPO PALERMO” 2018

Laboratorio di scrittura in italiano a Buenos Aires

“AD ALTA VOCE”

Un incontro di letture e conversazione

 

 

 

Read more: AD ALTA VOCE 2018

AD ALTA VOCE 2020

 

 

AD ALTA VOCE 2020

 

LABORATORIO DI SCRITTURA IN ITALIANO. PENSIERI E PAROLE

 

a cura di Luciana Zollo

 

 

Read more: AD ALTA VOCE 2020

ANTROPOLLENE

ANTROPOLLENE

 

 

 

 

Articolo tratto da “La Repubblica”, del 20 ottobre 2038.

 

di Rossella Monaco

 

“Prima ci siamo giocati il pensiero indipendente, poi la struttura corporea.” Nell’anno 2038 la razza umana è suddivisa in tre generi fondamentali. Suina, bovina, volatile. Già nell’antica mitologia pagana, un attento osservatore avrebbe percepito un anelito umano verso la bestialità.

 

Read more: ANTROPOLLENE

APOLLO DI VEIO

APOLLO DI VEIO

 

 

 

Poesia di Francesco Frigione

 

Read more: APOLLO DI VEIO

ASPIRO A UNA VITA FELICE

ASPIRO A UNA VITA FELICE

 

 

Paul Merwart, The Flood (“Il diluvio”)

 

        Poesia di Francesco Frigione

 

Read more: ASPIRO A UNA VITA FELICE

ATTESA

ATTESA

 

 

 

Poesia di Francesco Frigione

 

Read more: ATTESA

BREVE STORIA DELLA CONCESSIONE ALLO ZUCCHERO

BREVE STORIA DELLA CONCESSIONE ALLO ZUCCHERO

 

 

 

«L’unica differenza tra me e un isterico è che io non sono isterico»

Jean-Martin Charcot (1870)

 

        Breve racconto isterico di Ugo Derantolis

 

Read more: BREVE STORIA DELLA CONCESSIONE ALLO ZUCCHERO

CARNE ED OSSA DELLA SCRITTURA

CARNE ED OSSA DELLA SCRITTURA

Note sulla 42esima Fiera Internazionale del Libro

di Buenos Aires, aprile - maggio 2016

 

 

 

         di Luciana Zollo

         La carne e le ossa della scrittura sono quelle dello scrittore. E´una ovvietá, ma é giusto ricordarlo, in tempi di fiere e di festival librari e letterari. Infatti,  quando si tratta della persona viva dell´autore, si diventa facili prede, e soggetti attivi inconsapevoli, dei quella inesorabile disumanizzazione che é ingrediente necessario e risultato ultimo del consumo letterario. Un consumo spietato e vorace che facilmente diventa sbriciolamento, vivisezione e, grazie alle circostanze sapientemente create dai mediatori del caso, sfocia in vere e proprie forme di antropofagia, non sempre solo simbolica. 

Read more: CARNE ED OSSA DELLA SCRITTURA