Elezioni politiche 4 marzo 2018 IL CAOS DI CASTELNUOVO DI PORTO

Elezioni politiche 4 marzo 2018

IL CAOS DI CASTELNUOVO DI PORTO

 

 

 

        Una testimonianza di Ivan Battista

 

Domenica 4 marzo 2018, data delle elezioni politiche, forse, più importanti degli ultimi anni della Repubblica. 

Sono un comunale romano, quindi vengo “precettato” il sabato per la “surroga”, cioè la riserva, poiché mancano all'appello centinaia di presidenti di seggio. Ovviamente, sono “estratto” insieme a tanti altri colleghi e vengo inviato laddove il vuoto istituzionale è maggiore: le sezioni estere, tutte concentrate nel paese di Castelnuovo di Porto, struttura della Protezione Civile, alle porte di Roma. 

Leggi tutto: Elezioni politiche 4 marzo 2018 IL CAOS DI CASTELNUOVO DI PORTO

NESSUNO TOCCHI VIRGINIA

 NESSUNO TOCCHI VIRGINIA*

 

 

 

di Opicino De Magistris

 

*L’articolo esprime soltanto il libero pensiero dell’Autore e non una particolare linea politica della testata.

 

No, non è di Virginia Woolf che voglio parlare, ma di Virginia Raggi, Sindaca di Roma. Non sono un iscritto al movimento cinque stelle, ma lo seguo con attenzione e, devo dire, anche con apprensione. Questo movimento nasce dall’esasperazione dei cittadini per il fallimento della politica dei partiti. Qualunque italiano, sia egli il classico uomo della strada sia il più impegnato degli attivisti non ne può più dei balletti d’assegnazione delle poltrone di potere, delle ruberie, delle infamità istituzionali compiute da gruppi politici che, lungi dall’essere “statisti” preoccupati per il bene comune, hanno pensato, invece, e continuano a pensare, solo ai loro tornaconti. L’ultima “malefatta”, secondo me, compiuta su input esterno prima ancora che interno, è stata l’approvazione della legge elettorale detta “Rosatellum”, che agevolerà la costituzione di piccoli gruppi partitici uniti in vaste alleanze di governo traballanti e in netto collegamento con forze oligarchiche; queste non vedono di buon occhio la formazione di un governo saldo e con le idee chiare a proposito della ridistribuzione della ricchezza del Paese.

 

Leggi tutto: NESSUNO TOCCHI VIRGINIA

UNO SGUARDO OLTRE IL REFERENDUM

UNO SGUARDO OLTRE IL REFERENDUM

 

 

Il Presidente del Consiglio dimissionario Matteo Renzi in una recente immagine

 

        di Francesco Frigione

 

        Nel suo celebre trattato La Politica, Aristotele sosteneva che l’essere umano è un “animale politico”. (politikòn zôon), teso a una vita comunitaria, né più né meno come le api.

In un altro scritto, L’Etica Nicomachea, il grande filosofo affermava anche che, grazie alla capacità di pensare e parlare (logos), l’individuo perseguirebbe il bene della comunità a cui appartiene. 

Leggi tutto: UNO SGUARDO OLTRE IL REFERENDUM

LA QUESTIONE CATALANA

LA QUESTIONE CATALANA

Referendum e post-referendum del 1 Ottobre 2017

 

 

Cartina geografica della Catalogna

 

di Erica Di Francesco – corrispondente di Animamediatica a Barcellona

 

[Avvertenza: tutti i video e le foto segnalate dall’asterisco * sono dell’Autrice]

 

Il referendum, indetto nella Comunità autonoma della Catalogna nello scorso 1 Ottobre, è stato macchiato dalla violenza della Guardia Civil (la gendarmeria spagnola) e del Corpo di Polizia Nazionale nei confronti dei votanti. Senza affatto voler giustificare tale violenza, però, va anche precisato, senza mezzi termini, che la consultazione è stata del tutto illegale; e dinanzi ad un atto illegale lo Stato è solito reagire.

Leggi tutto: LA QUESTIONE CATALANA

LA ARGENTINA CORRUPCIÓN, Y DESPUÉS

LA ARGENTINA CORRUPCIÓN, Y DESPUÉS

 

 

José de San Martín

      por Roberto Alifano

 

     Sean eternos los laureles que supimos conseguir…

 

José de San Martín, nuestro venerado prócer de la Independencia, dejó como al pasar una máxima que explica bastante lo que sería el destino argentino como nación: «Serás lo que debas ser o no serás nada».

Esta expresión de nuestro héroe nacional entraña un determinismo, una predestinación tajante o, tal vez, una vocación a la que el hombre debe aferrarse al sólo efecto de cumplir con una especie de designio sobrenatural. Si una persona es fiel a este precepto quizá alcance su autorrealización mientras que, de lo contrario, literalmente “será nada” o una cosa muy diferente de aquella a la que estaba destinado. El concepto de nuestro Libertador suele ser pronunciado por alguien que le señala a otro seguir su instinto o su vocación más profunda, porque si no, tarde o temprano, se arrepentirá.

 

Leggi tutto: LA ARGENTINA CORRUPCIÓN, Y DESPUÉS

Altri articoli...

  1. VE Y RESTAURA MI IGLESIA