MARTA. La donna che amava attendere

MARTA.

La donna che amava attendere

 

 

 

        Racconto di Francesco Frigione

 

 

«Oggi, però, ho capito una cosa, che allora ancora ignoravo: una passione non si può esprimere pacatamente, disciplinatamente, morigeratamente, e nessuno può definirne la forma al posto di un altro.»

Magda Szabó, La porta

 

        Adesso è adesso e tanto tempo fa.

 

 

 

Più di trent'anni sono trascorsi da quando per me brillavano cieli di pietramarina e stelle australi. Nella città formicolante, tra due sconfinate estensioni  – il Rio de la Plata e la pampa –, si fronteggiavano amore e paura. Buenos Aires grondava entusiasmo per la democrazia ritrovata ed era ancora imbrattata dal sangue osceno della dittatura. 

 

Read more: MARTA. La donna che amava attendere

MEMORIE DI UN DISCEPOLO

MEMORIE DI UN DISCEPOLO

 

 

 

        racconto di Francesco Frigione

 

        «Nell’Anno del Signore 398, ricevetti una grazia.»

Palladio fece cenno al giovane di accostarsi: parlare gli costava fatica. Nella nuda stanza della Galazia, dove il vescovo dettava quel seguito alla Historia Lausiaca che mai avrebbe concluso, il vento insinuava spifferi simili a un presagio di morte.

 

Read more: MEMORIE DI UN DISCEPOLO

MI ARRIVI COME DA UN SOGNO

MI ARRIVI COME DA UN SOGNO  

      Presentazione dell'ultimo libro del romanziere Diego Galdino 

 alla Libreria Boccea a Roma 

 

 

 

 

 

 

Read more: MI ARRIVI COME DA UN SOGNO

MISTERIOSO DESTINO PORTEÑO

MISTERIOSO DESTINO PORTEÑO

 

  

 

        poesia di Francesco Frigione

Read more: MISTERIOSO DESTINO PORTEÑO

NELLA COSTELLAZIONE DEL CIGNO (KEPLER 452b)

NELLA COSTELLAZIONE DEL CIGNO

(KEPLER 452b)

 

 

«All the unconquered worlds revolve.

Life must live.»

(«Tutti gli inconquistati mondi ruotano.

La vita deve vivere.»)

Wistan Hugh Auden

Read more: NELLA COSTELLAZIONE DEL CIGNO (KEPLER 452b)

NON POSSO ARRENDERMI

NON POSSO ARRENDERMI

 

 

La donna regale (o dei manghi) [Paul Gauguin, 1896]

 

        Poesia di Francesco Frigione

Read more: NON POSSO ARRENDERMI

OCHO AUTOBIOGRAFÍAS: MEMORIA Y LITERATURA

OCHO AUTOBIOGRAFÍAS: MEMORIA Y LITERATURA

 

 

 

Los invitamos al próximo Curso en el Museo Monte de Piedad

 

OCHO AUTOBIOGRAFÍAS: MEMORIA Y LITERATURA”

La narración del “yo” como representación del mundo

 

Read more: OCHO AUTOBIOGRAFÍAS: MEMORIA Y LITERATURA

ORGASMI GENETICAMENTE MODIFICATI

ORGASMI GENETICAMENTE MODIFICATI

per una rivoluzione fantastica del cosmo

 

 

 

Arriva in libreria il prossimo 19 maggio

il nuovo titolo Effequ della collana “Illustri”

ORGASMI GENETICAMENTE MODIFICATI

scritto da Rossella Monaco

e illustrato da Azzurra Galatolo

L’alternativa distopicomica alle sfumature di grigio

pp. 272
€ 14,90
ISBN 9788898837281

 

Nella terra di Originalonia i cloni sono finalmente usciti allo scoperto. Sono bizzarri perfezionamenti genetici di tipi umani e animali.

In una dimensione fantasiosa, satirica, comica, si va verso il glorioso incontro di uomini e cloni, di esseri originali ed ibridi, in una folle e variopinta rivoluzione. Una storia che non risparmia provocazioni, senza lasciar fuori nemmeno Dio, che in questo universo speculare si chiama, infatti, D’io.

 

Read more: ORGASMI GENETICAMENTE MODIFICATI

PAESAGGI ITALIANI

PAESAGGI ITALIANI:

IL PAESAGGIO NELLA LETTERATURA

 

 

I pioppi (Giuseppe De Nittis, 1870)

  

“Il mare”, “La campagna ed il mondo contadino”, “Città e paesaggi urbani”, “Le tracce del passato”, “Le montagne”

 

a cura di Luciana Zollo

 

        Il paesaggio in Italia, che  porta i segni della millenaria coesistenza dell’Uomo con la Natura, nel corso del  tempo è diventato testimonianza di storia, espressione di cultura, manifestazione di identità incancellabili.

 

Read more: PAESAGGI ITALIANI

PRELUDIO

PRELUDIO

 

 

 

Miracolo del marito geloso (Tiziano Vecellio, 1511)

 

        Cuento de Oscar Sandoval Martínez

 

La bella mujer sentada en el sofá con un abanico ocultaba sus lágrimas. Alguien había descubierto un joyero que le perteneciera. Lo habían roto dejando expuestas algunas esquelas y rosas sobre el piso. Sus íntimos secretos lograron revelar. Quizá los celos o el deseo que encubrían ahora entre desasosiegos Alejandra, su hermana menor, que había alertado a Leopoldo, su cuñado.

 

Read more: PRELUDIO