IL GRILLO SOLITARIO

IL GRILLO SOLITARIO

 

 

     poesia di Francesco Frigione

Read more: IL GRILLO SOLITARIO

IL MARE

IL MARE

 

 

       di Luciana Zollo

 

 

 

 

 

Scognamiglio: Veduta del golfo di Napoli

 

«L'acqua, sorgente di ogni forma di vita, è anche un elemento di dissoluzione ed annegamento»

(H. Bedermann, Enciclopedia dei simboli, Garzanti)

  

Il rapporto della penisola italiana con il mare, il Mediterraneo, il Mare nostrum, é per definizione ambivalente: dal mare provengono sia la vita, attraverso le attività peschiere e commerciali e le comunicazioni, che la morte, attraverso le invasioni e le guerre.

 

Read more: IL MARE

IL MONDO FANTASTICO DI FEDERICO FELLINI

CAFFÈ  LETTERARIO 2020

 

Read more: IL MONDO FANTASTICO DI FEDERICO FELLINI

IN GURGITE VASTO

IN GURGITE VASTO

 

 

Morte del Sole, della Luna e caduta delle stelle (Cristoforo de Predis, 1476)

 

        Poesia di Francesco Frigione

 

Read more: IN GURGITE VASTO

INTERVISTA A ROSSELLA MONACO, AUTRICE DI ORGASMI GENETICAMENTE MODIFICATI

INTERVISTA A ROSSELLA MONACO, AUTRICE DI

“ORGASMI GENETICAMENTE MODIFICATI”

 

 

 

a cura di Francesco Frigione

 

Rossella Monaco, Orgasmi geneticamente modificati, Effequ editrice, Orbetello, 2016 - illustrazioni di  Azzurra Galatolo.

 

FF: «Come nasce l’idea del libro?»

RM: «È stata la Dea che abita nel mio profondo a scegliere la storia e la voglia di diffondere il messaggio: “Recuperiamo una cultura dove predomina il femminile con la sua funzione armonizzatrice e generatrice di vita!”. I personaggi del mio libro, di fatti, tra mille peripezie, anelano a un mondo libero, dove si fa un sesso felice e illuminante.

La natura ctonia del romanzo, dunque, nasconde trame arcaiche di grandi dee, animali sacri e natura felice.»

Read more: INTERVISTA A ROSSELLA MONACO, AUTRICE DI ORGASMI GENETICAMENTE MODIFICATI

L'INNESTO

L’INNESTO

 

 

 

        Poesia di Luciana Zollo

 

Read more: L'INNESTO

L'UOMO CHE AMAVA PARTIRE

L'UOMO CHE AMAVA PARTIRE

 

 

 

        Racconto breve di Francesco Frigione

 

Quando finalmente riuscii a parlargli, mi dette l'impressione che avesse patito un'ingiustizia o un abbandono, che, in definitiva, sono la stessa cosa ...

Qualunque fosse stato il motivo, lo aveva scalzato di colpo dal guscio, facendogli pigiare la vita in un bagaglio. Da quel momento in poi aveva raggiunto soltanto mete frettolose, tappe di ulteriori spostamenti.

Read more: L'UOMO CHE AMAVA PARTIRE

LA BRÚJULA PERDIDA

LA BRÚJULA PERDIDA

 

 

        por Luciana Zollo

 

LA BRÚJULA PERDIDA

Mathias Enard, “Boussole”, Actes Sud, Arles, 2015

 

 “Boussole” (“Brújula”) de Mathias Enard, recibió en Francia el Premio Goncourt 2015. Es una novela sinfónica que mantiene su equilibrio gracias al bajo continuo del monólogo insomne y apasionado de su protagonista, Franz Ritter, un musicólogo vienés quien persigue los recuerdos y el sueño de un gran amor. 

Read more: LA BRÚJULA PERDIDA

LA CAMPAGNA ED IL MONDO CONTADINO

LA CAMPAGNA ED IL MONDO CONTADINO

 

 

Bovi al carro (Giovanni Fattori)

 

di Luciana Zollo

...ed erra l´armonia per questa valle.

                                                                                                (G. Leopardi

 

Per denominare ciò che comunemente oggi intendiamo per “campagna” la lingua latina possiede due termini: campus, con il significato di “pianura, campo”(da cui il nome di Campania per la fertile regione attorno a Napoli), ma anche di “spianata destinata a pubbliche adunanze o ad esercitazioni militari” (come nel caso del Campus Martius, a Roma, lungo il Tevere); rus, a definire il territorio fuori dalla città (urbs), per cui ire rus significava “andare in campagna” e da qui, in italiano, gli aggettivi “rustico” e  “rurale”.

 

Read more: LA CAMPAGNA ED IL MONDO CONTADINO

LA COZZA DI LALLO

LE GESTA FILOSOFICHE DI LALLO DE BONIS

  

 

LA COZZA DI LALLO

 

Cozza pelosa di Taranto [www.gentedelfud.it]

 

        di Ugo Derantolis

 

«Contrapporre alla conoscenza distinta e compiuta, o alla conoscenza che sta cercando ed esigendo il proprio compimento, questa razza di sapere, che cioè nell’Assoluto tutto è uguale, – oppure gabellare un suo Assoluto per la notte nella quale, come si suol dire, tutte le vacche sono nere, tutto ciò è l’ingenuità di una conoscenza fatua.»

Georg Friedrich Wilhelm Hegel, Prefazione alla Fenomenologia dello Spirito

 

 

Amanuense

 

        Torno a svolgere il mio umile compito di amanuense dell’insegnamento dell’abissale Lallo De Bonis, narrandovi di quando, sulle calde rive del Mar Ionio, Corpo, Anima e Spirito intrecciarono come mai la loro intima essenza.

                                                                              U. D.

 

 

 «La cozza pelosa tarantina non è una cozza!». La stentorea dichiarazione sul mitile fu espressa da un De Bonis accigliatissimo.

Read more: LA COZZA DI LALLO