ENEA

  • Print

ENEA

 

 La fuga di Enea da Troia (Federico Barocci, 1598) 

 

        Poesia di Francesco Frigione

 

Per tanto mi son creduto Ulisse,

 invece sono Enea, 
che la patria salva e trascina 
in una visione che una vita
da sola non realizza. 


Carico del padre e del figlio,

pio per desiderio
e per costrizione.


Mai libero del tutto,

certo mai domo, 

forse mai per me stesso.